Dolcetto al cioccolato con cremoso alle castagne e meringa e…buon inizio a tutti!

ad8ed1fc91379dfe8a50c75fc15a3580

Gennaio e’ tempo di buoni propositi, liste di obiettivi da raggiungere e diete disintossicanti, quindi io, nel mio tipico stile schizzofrenico ho deciso di alternare giorni stoici a base di succhi freschi di frutta e verdura (moooolta verdura) a momenti ipercalorici e attacchi irrefrenabili di fame e abbuffate di dolci.

Oggi e’ iniziato male. Sono, panico per le troppe cose da fare, e grossa crisi da calo di zuccheri. Ho deciso quindi di scrivere una ricetta di quelle TOP GOLOSE da tenere da parte per i moemnti di emergenza, per esorcizzare questo momento, e sopratutto per  fare altro ed evitare di andare a comprare 4 cornetti con la crema da mangiare ADESSO in rapida successione.

Poi sicuramente ci ritroveremo a discutere di cibi sani e leggeri, buoni popositi, e altre serieta’, ma non oggi. L’inizio dell’anno e’ gia’ abbastanza faticoso e mi mette piuttosto sotto pressione. Da una parte l’aspetto psicologico altamente provato dalle aspettative che mi autoimpongo ogni primo Gennaio poi a livello piu’ terra terra la fatica fisica nel rimettere la sveglia sempre alla stessa ora vista la riapertura delle scuole.

Quando mi sono diplomata, mi e’ sembrata una liberazione meravigliosa non dover alzarmi piu’ sempre alla stessa ora, poi all’universita’ il primo anno avevo i corsi dalle 14:00 in poi…una meraviglia. Al lavoro ho sempre avuto orari sballati, magari anche super alzatacce, ma solo per periodi circoscritti. Da quando sono alle prese con la campanella della “prima elementare” mi si e’ risvegliato il trauma infantile che avevo seppellito ed e’ tremendo. Inutile dirvi che siamo quasi sempre in ritardo…

Dolcetto al cioccolato con cremoso di castagne, cacao e rhum e meringa

cacao e castagnePer la preparazione del dolcetto

Ingredienti:

160 g di farina 00

16 g di baking powder ( possibilmente non usate il lievito gia’ mescolato con la vanillina)

200 g di zucchero

2 uova

150 g di latte

125 g di burro + 50 g di cioccolato fondente sciolto con il burro

50 g di cacao

1 pizzico di sale

Per la preparazione del dolcetto iniziate montando le uova con lo zucchero. Quando saranno spumose aggiungete il burro e il cioccolato. Continuate a mescolare con la frusta elettrica.

Aggiungete adesso il latte e poi mescolate con un cucchiaio.

Mescolate la farina con il lievito , il sale e il cacao. Setacciate tutto e aggiungete al composto quuesto mix mescolando con un cucchiaio o con una spatola.

Distribuite il composto negli stampi per muffin e cuocete a 180 gradi ( in forno caldo) per 20 minuti.

Per la preparazione del cremoso alle castagne

Ingredienti:

castagne 400 g

latte 1/2 bicchiere

zucchero 60 g

caca0 30 g

rhum 1/2 bicchierino

panna 250 ml

mascarpone 250 g

 

Lessate le castagne nel latte con lo zucchero poi aggiungete il rhum.

Frullate le castagne nel mixer aggiungendo anche il cacao.

Montate la panna e poi mescolate con il mascarpone.

Aggiungete il composto di castagne ( raffreddato)

Utilizzate un sac a poche o una spatola per decorare i dolcetti al cioccolato con il cremoso e poi decorate con una croccante meringa.

 

 

Annunci

Gelato LIVE: perche’ 5 gust’ is megl’ che UAN

Come vi avevo preannunciato, il mio pomeriggio di ieri e’ stato all’insegna del gelato. Di un gelato speciale, fatto con ingredienti freschissimi, e con una super macchina mantecatrice di fattura nostrana.

1001654_545822945477787_26463883_n

Con la Musso MINI ieri, presso il negozio Peroni, ho preparato e abbiamo degustato 5 ottimi gusti di gelato e due varianti.

993297_549157735144308_1520620865_n

l_2079_ice.cream.maker.musso.1

Sono stata molto contenta di avere un pubblico cosi’ interessato e comunicativo, ci siamo scambiati idee e opinioni e c’e’ anche stato il tempo per fare un po’ di R&D.

Un pubblico cosi’ esigente e collaborativo ha quindi bisogno di “materiale” su cui applicarsi subito. Certo e’ che senza la piccola Musso non penso che potrete ottenere risultati all’altezza di quelli di ieri..comunque ecco qui come promesso le ricette che avete potuto assaggiare LIVE durante la dimostrazione:

prima di elenchi di ingredienti e dosi vi ricordo che per un ottimo risultate dovete affidarvi a delle ottime materie prime, scegliete la frutta matura al punto giusto, lavoratela dopo averla tenuta nel frigorifero per ritardare l’ossidazione e aggiungete un pizzico di sale alle ricette per aumentare il gusto

SORBETTO ALLA PESCA

375 gr di pesche

173 gr di zucchero

203 gr di acqua

Tagliate le pesche, unitele all’acqua ed emulsionate con il frullatore ad immersione, poi aggiungete lo zucchero a pioggia. Emulsionate ancora e poi mettete a mantecare per almeno 30 minuti.

SORBETTO ALL’ALBICOCCA

la ricetta del sorbetto all’albicocca la trovate nel precedente articolo che ho scritto ovvero qui

GELATO ALLA RICOTTA con variante alla cioccolata all’arancia e mandorle

300 gr di latte intero fresco

150 gr di panna fresca

300 gr di ricotta

120 gr di zucchero

lavorate la ricotta con lo zucchero poi stemperate con la panna e con il latte. Emulsionate con il frullatore ad immersione per qualche secondo e mettete a mantecare.

Durante gli ultimi 3/4 minuti potete aggiungere della cioccolata a pezzetti o della frutta secca tostata. Noi ieri abbiamo provato un abbinamento con un cioccolato fondente all’arancia candita e alle mandorle e il risultato e’ stato molto interessante.

GELATO PANNA E FRAGOLE

113 gr di latte fresco intero

90 gr di panna fresca

350 gr di fragole

150 gr di zucchero

nel bicchiere del frullatore ad immersione lavorate le fragole con lo zucchero e il latte. Infine unite la panna e mettete nel mantecatore.

SORBETTO AL LIMONE

180 gr succo di limone ( utilizzate dei bei limoni saporiti come quelli di Sorrento)

180 gr di zucchero

390 gr di acqua

Emulsionate gli ingredienti con il frullatore ad immersione e poi mettete nel mantecatore.

I tempi per la mantecatura ovviamente variano in base alla macchina per il gelato utilizzata, alla dose da preparare e ai gusti personali.

Di certo con la Macchina MUSSO Mini non avete difficolta’ a lavorare il gelato anche se diventa piu’ consistente. La sua pala in acciaio lavorera’ senza problemi il composto fino a raggiungimento del risultato da voi desiderato.

Comunque dimenticatevi i colori brillanti e chimici dei gelati commerciali e iniziate ad assaporare il gusto vero della frutta, del latte e della panna, poi mi direte cosa ve ne pare!

 

 

Baccala 101. Ed e’ solo l’inizio.

Da quando ho assaggiato il fantastico tiramisu’ di Baccala’ di Riccardo di Giacinto del ristorante all’Oro, mi e’ presa la fissa per il baccala’. Ho riempito frigo e freezer per provare e sperimentare varie ricette e tanto cosi’ per scaldarsi un po’ non poteva mancare all’appello l’ottima ricetta della tradizione romana:

“Il baccala’ alla maniera de Trastevere”

Io direi che gia’ il nome della ricetta e’ tutto un programma…

Questo e’ un po’ il modulo 101. Come nei corsi in cui si parte dalle cose piu’ semplici per poi passare a questioni piu’ complesse.

Ma adesso basta chiacchere e passiamo ai fatti!

Ecco come si presenta appena appena fatto, in tutta’ la sua fragranza, il suo profumo e la sua ricchezza di sapore.

baccala'

Ed ecco come si prepara:

ingredienti

800 gr di filetto di baccala’

farina per infarinare ( circa 150/200 gr)

300 gr di cipolle bianche

1 spicchio di aglio

30 gr di capperi sotto sale precedentemente sciacquati

50 gr di uvetta precedentemente ammorbidita nell’acqua

30 gr di pinoli

il succo di un limone piccolo

sale, pepe e olio extravergine di oliva

prezzemolo finemente tritato

Per iniziare togliete la pelle del baccala’, tagliate il filetto a pezzi di circa 2cm di larghezza, sciacquateli bene sotto l’acqua fresca e asciugateli.

Ora infarinate ben bene tutti i pezzi di pesce e metteteli da parte.

In una padella friggete i pezzi di baccala’ da entrambe le parti e poi metteteli a scolare sulla carta assorbente. Nella stessa padella ora scaldate altro olio d’oliva, aggiungete lo spicchio d’aglio in camicia leggermente sciacciato e la cipolla. Fate appassire la cipolla.

La cipolla non deve bruciarsi, ma deve rosolare lentamente.

Aggiungete i pinoli e fateli rosolate, poi aggiungete l’uvetta e i capperi.

In una teglia da forno disponete tutti i pezzi di baccala’, poi coprite il pesce con il condimento che avete preparato e mettete in forno caldo a 220 gradi per 10 minuti.

Appena sfornato lasciate riposare 3/4 minuti poi spolverate con del prezzemolo fresco appena tagliato e con il succo di limone.

 

Non si parla a bocca piena @ TASTE of Roma 2012

Galleria

Questa galleria contiene 11 immagini.

    Finalmente il Taste e’ arrivato anche a Roma.   All’incirca un anno fa di questi tempi mi stavo leccando i baffi a distanza pensando ai menu’ interessantissimi che avrebbero proposto al TASTE a Milano sapendo bene che non ci … Continua a leggere

Vado a vivere a EATALY

Galleria

Questa galleria contiene 35 immagini.

E’ vero, sono passati piu’ di 10 gg dalla sua apertura e ormai ne hanno parlato proprio tutti. Ne hanno parlato cosi’ tanto che anche chi potenzialmente sarebbe potuto essere poco interessato alla cosa alla fine si e’ informato sulla … Continua a leggere

Io cucino con la mia Zolla. Cerco rispetto, gusto, freschezza & varietà – I’m going to cook with my Zolla!

Galleria

Questa galleria contiene 7 immagini.

Questa settimana sono rimasta folgorata dall’iniziativa interessantissima. Dalla volontà di due donne Italiane, una con esperienza nel settore agricolo e la seconda con esperienze di tipo manageriale e amministrativo e’ nata ZOLLE.it L’intento di questa operazione e’ quello di promuovere … Continua a leggere