Scones di julia Child con una crema morbida alla ricotta e fiori d’arancio

Mancano pochi giorni a Natale. Si proprio pochi, esattamente &8 giorni e 14 ore.

Questo mi fa riflettere sul fatto che il prossimo week end potrebbe essere quello giusto per iniziare ad addobbare casa. Qui da noi il Natale infatti,  inizia presto e finisce tardi. Ieri io e la piccola in macchina gia’ ci stavamo ascoltando una fantastica compilation di brani Natalizi, perche’ a noi piace cosi’, siamo delle vere psicopatiche delle festivita’!

La mia fantastica renna luminosa ( che quando l’accendo anche l’ACEA subisce un calo energetico) e’ rimasta tutto l’anno accomodata in salotto e con lei anche il mio bellissimo adesivo “let it snow” sulla finestra!

Proprio perche’ manca cosi’ poco, trovo scandaloso che io debba ancora postare una delle ricette che invece avevo preparato per la scorsa Pasqua. Diciamo che c’ho una gran confusione di cose arretrate da fare e oggi penso che mettero’ ordine scrivendo finalmente questa ricettina pronta ormai da qualche mese.

Con l’idea di voler fare un dolce che si ispirasse alla Pastiera Napoletana, ho realizzato degli scones aromatizzati ai fiori d’arancio con una crema morbida a base di ricotta.

scone copy

Gli scones infatti sono friabili e saporiti e mi ricordavano un po’ la sensazione della frolla morbida e fragrante che si sbriciola in bocca.

Ecco la ricetta di Julia Child che trovo deliziosa.

Per gli scones:

3 tazze di farina

1/3 di tazza di zucchero

2 cucchiaini e 1/2 di lievito

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

3/4 di cucchiaino di sale

130 gr di burro tagliato a cubetti

1 tazza di latticello ( in assenza usate 1 tazza di panna fresca)

1 cucchiaio di scorza grattugiata di un’arancia

un po’ di burro sciolto per spennellare la superficie degli scones

1/4 di tazza di zucchero per spolverare gli scones prima di infornarli

Per la crema alla ricotta:

400 g di ricotta
100 gr di panna
130 g zucchero
50 gr uvetta
aroma di fiori d’arancio

30 gr di marsala

procedimento:

scaldate il forno a  200 gradi

in una ciotola mescolate la farina con il lievito, il bicarbonato e lo zucchero. Aggiungete il burro a pezzettini e amalgamate con una forchetta. Aggiungete anche la panna o il latticello e la scorza dell’arancia.

amalgamate tutto con le mani o anche con l’impastatrice. L’impasto sara’ molto grezzo.

Stendete l’impasto su una superficie un po’ infarinata facendo in modo che l’altezza dell’impasto steso sia di 3 cm.

Usate un coppa pasta per creare dei cerchietti di circa 6 cm o realizzate dei triangoli con il coltello. Poi spennellateli con il burro sciolto e spolverizzateli con un po’ di zucchero.

Infornate per 10/12 minuti.

Ora preparate la crema:

montate la panna e tenetela da parte.

mettete l’uvetta a bagno nel marsala in una ciotolina.

Ammorbidite la ricotta lavorandola con una spatola, aggiungete lo zucchero.

Incorporate qualche goccia di aroma di fiori d’arancio, poi aggiungete l’uvetta strizzata. Alla fine, con delicatezza, incorporate anche la panna montata.

Una volta raffreddati, prima di servirli, tagliateli a meta’ e farciteli con la crema alla ricotta e fiori d’arancio.

Annunci

Gelato LIVE: perche’ 5 gust’ is megl’ che UAN

Come vi avevo preannunciato, il mio pomeriggio di ieri e’ stato all’insegna del gelato. Di un gelato speciale, fatto con ingredienti freschissimi, e con una super macchina mantecatrice di fattura nostrana.

1001654_545822945477787_26463883_n

Con la Musso MINI ieri, presso il negozio Peroni, ho preparato e abbiamo degustato 5 ottimi gusti di gelato e due varianti.

993297_549157735144308_1520620865_n

l_2079_ice.cream.maker.musso.1

Sono stata molto contenta di avere un pubblico cosi’ interessato e comunicativo, ci siamo scambiati idee e opinioni e c’e’ anche stato il tempo per fare un po’ di R&D.

Un pubblico cosi’ esigente e collaborativo ha quindi bisogno di “materiale” su cui applicarsi subito. Certo e’ che senza la piccola Musso non penso che potrete ottenere risultati all’altezza di quelli di ieri..comunque ecco qui come promesso le ricette che avete potuto assaggiare LIVE durante la dimostrazione:

prima di elenchi di ingredienti e dosi vi ricordo che per un ottimo risultate dovete affidarvi a delle ottime materie prime, scegliete la frutta matura al punto giusto, lavoratela dopo averla tenuta nel frigorifero per ritardare l’ossidazione e aggiungete un pizzico di sale alle ricette per aumentare il gusto

SORBETTO ALLA PESCA

375 gr di pesche

173 gr di zucchero

203 gr di acqua

Tagliate le pesche, unitele all’acqua ed emulsionate con il frullatore ad immersione, poi aggiungete lo zucchero a pioggia. Emulsionate ancora e poi mettete a mantecare per almeno 30 minuti.

SORBETTO ALL’ALBICOCCA

la ricetta del sorbetto all’albicocca la trovate nel precedente articolo che ho scritto ovvero qui

GELATO ALLA RICOTTA con variante alla cioccolata all’arancia e mandorle

300 gr di latte intero fresco

150 gr di panna fresca

300 gr di ricotta

120 gr di zucchero

lavorate la ricotta con lo zucchero poi stemperate con la panna e con il latte. Emulsionate con il frullatore ad immersione per qualche secondo e mettete a mantecare.

Durante gli ultimi 3/4 minuti potete aggiungere della cioccolata a pezzetti o della frutta secca tostata. Noi ieri abbiamo provato un abbinamento con un cioccolato fondente all’arancia candita e alle mandorle e il risultato e’ stato molto interessante.

GELATO PANNA E FRAGOLE

113 gr di latte fresco intero

90 gr di panna fresca

350 gr di fragole

150 gr di zucchero

nel bicchiere del frullatore ad immersione lavorate le fragole con lo zucchero e il latte. Infine unite la panna e mettete nel mantecatore.

SORBETTO AL LIMONE

180 gr succo di limone ( utilizzate dei bei limoni saporiti come quelli di Sorrento)

180 gr di zucchero

390 gr di acqua

Emulsionate gli ingredienti con il frullatore ad immersione e poi mettete nel mantecatore.

I tempi per la mantecatura ovviamente variano in base alla macchina per il gelato utilizzata, alla dose da preparare e ai gusti personali.

Di certo con la Macchina MUSSO Mini non avete difficolta’ a lavorare il gelato anche se diventa piu’ consistente. La sua pala in acciaio lavorera’ senza problemi il composto fino a raggiungimento del risultato da voi desiderato.

Comunque dimenticatevi i colori brillanti e chimici dei gelati commerciali e iniziate ad assaporare il gusto vero della frutta, del latte e della panna, poi mi direte cosa ve ne pare!

 

 

Spring Rolls di pasta sfoglia con zucchine speck e ricotta.

Da quando la pasta sfoglia ho provato a farla a casa, ci faccio praticamente tutto!

Un po’ come Forrest Gump con i gamberi….

o forse di piu’ come BUBBA

Decisamente piu’ simile a BUBBA!

strudel di sfoglia, cornetti di sfoglia, tortelli di sfoglia…

zuppa di sfoglia…

eh …ognuno ha le “fisse” sue, no?

In questo caso, in preda a un attacco di nostalgia per quella meravigliosa cenetta thai di cui vi ho già parlato, ma in assenza di materia prima adeguata, ci ho fatto questi Spring Rolls dal gusto occidentale .

Nella presentazione infatti sono simili a quelli asiatici, ma in realtà la pasta sfoglia

( francesissima) racchiude un ripieno di zucchine, speck e ricotta.

La ricetta che ho usato e’ mlto semplice e la pasta sfoglia si fa solo in un oretta. giusto il tempo per preparare il ripieno, apparecchiare la tavola, smangiucchiare qualcosa e magari navigare qua e la su qualche blog interessante…

Ovviamente potete usare anche la pasta sfoglia fresca che si trova nel banco Frigo ed e’ comunque molto buona. In questo caso ci metterete anche meno!

Inutile dire infatti che se decidete di optare per la pasta sfoglia già stesa avrete veramente poco lavoro da fare!

Ecco la ricetta

Per il ripieno procuratevi

300 grammi di ricotta

100 grammi di speck tagliato a cubetti

1 zucchina

1 spicchio di aglio,

un quarto di cipolla

Fate rosolare la cipolla e l’aglio in una padella con dell’olio d’oliva.

Aggiungtete lo speck e fatelo rosolare e insaporire.

Aggiungete ora le zucchine a rondelle o a cubetti.

Accendete il forno a 180 gradi.

Quando le zucchine saranno cotte togliete l’aglio e amalgamate le zucchine e lo speck alla ricotta.

Regolate di sale e di pepe.

Ora prendete la pasta sfoglia già stesa e realizzate dei quadrati . Ponete il ripieno al centro, ripiegate un primo lato sul ripieno, poi chiudete i due lati  e poi arrotolate la parte rimanente.

E’ un po’ complicato da spiegare a parole quindi guardate qui… e capirete subito.

Aiutatevi bagnandovi un po’ le dita con l’acqua per sigillare bene la sfogliae  poi spennellate la supervice con del rosso d’uovo.

Ora infornate a 180 gradi per circa 15 minuti.

Se volete provare l’ebrezza di fare la pasta sfoglia in casa, fatemi un fischio e vi faro’ avere la ricetta che ho usato io e che trovo ottima!ieri ho preparato due strudel salati per la festa della piccolina e hanno riscosso un successone. Quindi provate e sbizzarritevi con idee e ripieni e se trovate qualche buona idea fatemi sapere che la provo!