Le arance della salute

La rivista mensile La cucina Italiana ha lanciato per questa settimana un’iniziativa per promuovere le ricette a base di arance e sostenere la campagna dell’ A.I.R.C ( associazione Italiana per la ricerca sul Cancro)  che prevede la consegna di un cestello di 2,5 kg di arance in cambio di un contributo di 9 euro per la ricerca. Le arance sono quelle rosse e succose della nostra Sicilia e saranno un ingrediente essenziale per le vostre creazioni in cucina! Le potrete acquistare nelle principali piazze italiane sabato 26 Gennaio Sul sito della cucina Italiana c’e’ anche una sezione dedicata a questa iniziativa in cui potrete trovare molte idee e spunti per le preparazioni.

Io intanto nel mio piccolo vi riporto qui alcune delle ricette a base di arancia che vi ho proposto negli scorsi mesi cosi’, per farvi venire un po’ di voglia!

Crostatine alla Nutella con frolla all’arancia

img_5729

Saccottini di coniglio al bacon e Toma piemontese
img_0229

Brownie alle noci con crema all’arancia

img_1280browine_arancia-copy-per-blog

Andate e compratene tutti allora!

Annunci

La crostata aromatizzata alla cannella con marmellata di ciliegie (è come quella della pasticceria, più o meno)

Ho sempre fatto le crostate, ho sempre fatto i biscotti e ho sempre fatto la pasta frolla e infatti ne ho già parlato spesso qui nel blog.

Sin da piccolina guardavo mia mamma che la preparava rubando qualche pezzettino di impasto crudo qua e là ( si, lo so che non si dovrebbe fare, ma e’ talmente buono che ancora adesso non posso resistere!)

Di crostate ne ho assaggiate tante e spesso rimango delusa dal gusto di certi impasti secchi e piu’ simili alla consistenza del pane che a quella della frolla.

Quando ero alle superiori c’e’ stato un periodo in cui praticamente a rotazione sfornavamo una crostata alla settimana e quella che allora aveva piu’ successo era senza dubbio quella che faceva Daniela . Era lievitata al punto tale che sembrava un “canotto” e trasudava Nutella da tutti i pori, per un gruppo di adolescenti da 3000 calorie al giorno, parte della squadra di atletica della scuola  era proprio quello che ci voleva!

Era buonissima, magari non era proprio una pasta frolla “corretta” tecnicamente, ma ovviamente spariva in un lampo.

Ora pero’ è arrivato il momento di capire cosa significa fare una frolla vera, capire perche’ c’è tutta questa differenza tra un impasto e l’altro ed è arrivato soprattutto il momento di capire come si puo’ ottenere una crostata bella anche da presentare come quelle della pasticceria.

Grazie ad una lezione “illuminante” con il bravissimo chef Giulia Steffanina ho fatto questo primo tentativo

primo di una lunga serie visto che il mio obiettivo e’ quello di farla perfetta, che già mi sembra un buon risultato di partenza.

Inoltre, visto il successo riscosso fino ad ora , sulla base dei commenti di chi ha assaggiato direi che sono sulla buona strada! Si tratta solo di provare e riprovare… e grazie Giulia, se prima di farmi infornare questa prima crostata di nuova generazione, me l’hai fatta rifare 3 volte!

Alla fine, l’ho infilata nel forno comunque, sapendo che l’avrei dovuta rifare ancora e ancora perche’ le striscioline erano ancora di spessori diversi e perche’ la decorazione sul bordo era mal distribuita lungo la circonferenza, ma ero tropppo curiosa di assaggiarla!

Prometto che la prossima volta faro’ meglio e poi ancora meglio…e poi ancora meglio.

La ricetta per la frolla aromatizzata alla cannella che ho usato e’ questa:

240 gr di burro

140 gr zucchero

70 gr di tuorli d’uovo

340 grammi di farina 00

10 gr di cannella

la scorza di mezzo limone non trattato

1 pizzico di sale

cottura in forno caldo a 170 per circa 25-30 minuti.

 

 

 

these are the ingridients for this special tart.

240 gr of butter

140 gr of sugar

70 gr of egg yolks

340 gr of flour

10 gr of cinnamon

lemont zest

1 pinch of salt

bake it in the owen@170 celsius degree for about 25-30 minutes.

La Merende con la “EMME” maiuscola: NUTELLA!

Oggi niente “alta cucina” ( chiamiamola cosi’ dai !),

o almeno

per adesso niente, visto che per sta sera ho in mente un di fare un paio di cosette interessanti.

Oggi ho fatto

al volo

delle Crostatine alla Nutella per la piccolina ( che immagino gradira’ molto al risveglio dalla pennichella che anche a me piacerebbe tanto fare!)

Per prepararle potete utilizzare la ricetta della pasta frolla che vi ho gia’ dato, ma che riporto anche qui:

375 gr di farina 00

150 gr di burro ( fatto ammorbidire)

220 gr di zucchero

1/2 bustina di lievito

la scorza di due arance

2 uova

1 vasetto di yoghurt Muller al lampone ( questa volta ho voluto variare!)

Nutella Q.B.

Quanta ne basta di Nutella per voi?? Sarei proprio curiosa di saperlo

🙂

Unite in una terrina la farina, lo zucchero, il lievito e mescolate bene gli ingredienti

aggiungete il burro a pezzetti piccoli, le uova e lo yoghurt

grattate sull’impasto la scorza di due arance non trattate o comunque lavate molto molto bene

Amalgamate tutti gli ingredienti

come gi’ vi ho detto, non lavorate troppo l’impasto o perderete la friabilita’ della pasta e la otterrete dura

il resto e’tutto come da copione:

“Io inizio a lavorarla con le mani direttamente nella ciotola, poi quando l’impasto e’ abbastanza almagamato continuo a lavorarla sul piano di lavoro agiungendo, se necessario un po’ di farina.

A questo punto formate una bella palla , avvolgete l’impasto nella carta pellicola e lasciate riposare in frigo almeno un paio d’ore.”

Per stendere la pasta utilizzate sempre la farina per coprire il piano di lavoro.

Potete fare le crostatine sia negli stampi di silicone che nelle teglie di alluminio o nei pirottini usa e getta. Imburrateli comunque bene prima di versarci il composto.

Una volta fatta la base, farcite con la nutella e poi divertitevi a decorare le crostatine come piu’ vi piace con la pasta che avanza!

Informate le crostatine su una placca da forno a 180 gradi per circa 15 minuti

Queste sono le mie:

Welcome the season with a Cookie Swap

E’ ormai chiaro  a tutti che anche questo Natale e’ vicino.

Gia da una settimana e piu’ si respira aria Natalizia e come in America, anche qui da noi il giorno successivo al Ringraziamento ( ora piu’ ora meno) e’diventato il primo giorno utile per dare avvio alla celebrazione del Natale e alla realizzazione degli addobbi.

EVVAIIII ! ! !

Quest’anno gia’ da fine Novembre sono iniziate a spuntare in giro lucine varie e gia’ da un po’ c’e’ nell’aria qualche canzoncina tipico… Tutto cio’ e’ il “Paradiso” per gli amanti del Consumismo/Misticismo Natalizio e ovviamente e’ invece causa di totale disperazione per tutti i vari Grinch che speravano di poter resistere ancora un paio di settimane prima di esssere attaccati da tanta melassa stucchevole.

A me ovviamente non pare vero di poter respirare gia’ l’aria di festa e non ho trovato modo migliore di dare il via alle MIA HOLIDAY SEASON che con un bel XMAS Cookie SWAP in pieno ( pienino) stile U.S.A.

Ieri pomeriggio infatti io e altre 8 fiduciose “pasticcere” per un giorno ( almeno) ci siamo scambiate i primi auguri, e soprattutto degli ottimi biscotti!
Grazie quindi a tutte le ragazze per l’impegno e la partecipazione! Io ho apprezzato tantissimo e sono sicura che anche la padrona di casa, che moriva dalla voglia di vivere un pre-festeggiamento in piena regola, e’ rimasta piu’ che soddisfatta!

La ricetta base per un ottimo XMAS cookie swap e’ questa:

-ragazze disposte a trasformarsi in abili cookie maker : Q.B.

biscotti: piu’ ce ne e’ meglio e’!

the’: clado, e molto ENGLISH e’ meglio

una casa in cui si respiri gia’ l’aria di natale: FONDAMENTALE!

+

armamentario vario per impacchettare biscotti avanzati da riportare a casa e regalare “a chi vuoi tu”

+chiacchere e gossip: Q.B.

La mia giornata quindi e’ iniziata cosi, con la preparazione dei miei 24 biscotti e visto che, squadra che vince non si cambia, eccoci di nuovo all’opera

io e la mia collaboratrice di fiducia!

e va bene che “ogni scarrafone…” ma lei

sembra nata proprio  per questo…

Per l’occasione abbiamo preparato dei Sandwich cookies con Nutella, aromatizzati all’arancia guarniti con un coulis di lamponi

Ho deciso di metterci anche i lamponi proprio all’ultimo, ma li avevo trovati freschi e avevano un profumo troppo buono…

Secondo me, alla fine il tocco rosso dei lamponi era proprio perfetto sia per gusto che per colore ed era quello che mancava!

Ecco la ricetta per una cinquantina di biscotti:

750 gr di farina 00

300 gr di burro ( fatto ammorbidire)

450 gr di zucchero

1 bustina di lievito

la scorza di due arance

3 uova

1 vasetto di yoghurt Muller al limone

Nutella ( per farcirli)

una vaschetta di lamponi, 40 gr di zucchero e il succo di 1/3 di un limone per il coulis.

Unite in una terrina la farina, lo zucchero , il lievito e mescolate bene gli ingredienti

aggiungete il burro a pezzetti, le uova e lo yoghurt

grattate sull’impasto la scorza di due arance non trattate

(Io ho usato quelle che mi ha portato Raffo direttamente dall’albero di casa!)

amalgamate tutti gli ingredienti lavorando la pasta giusto il tempo necessario. Dovere fare in modo che il burro si sciolga bene nell’impasto, ma non dovete lavorarla troppo.

Io inizio a lavorarla con le mani direttamente nella ciotola, poi quando l’impasto e’ abbastanza almagamato continuo a lavorarla sul piano di lavoro agiungendo, se necessario un po’ di farina.

A questo punto formate una bella palla , avvolgete l’impasto nella carta pellicola e lasciate riposare in frigo almeno un paio d’ore

Per stendere la pasta utilizzate sempre la farina per coprire il piano di lavoro. Potete aiutarvi con dei tagliapasta specifici per biscotti o con dei classici tagliapasta tondi

Informate i biscotti su una placca da forno a 180 gradi per circa 10 minuti

Preparate il coulis con i lamponi mettendo i lamponi lavati e asciugati in un pentolino con 40 gr di zucchero e il succo di limone

quando lo zucchero sara’ ben sciolto spegnete il fuoco e passate il coulis attraverso un colino.

fate raffreddare

Quando anche i biscotti si saranno raffreddati farciteli con la nutella.

Disponeteli su un vassoio e con un cucchiaino spargete il coulis ai lamponi.

Spolverizzate con lo zucchero a velo prima di servire!

Assolto il mio compito principale, gi’ che c’ero ho fatto anche un paio di varianti…

gli ORANGE BREAD MAN COOKIES per esempio…

Anche i biscotti delle ragazze erano ottimi e alla fine, come per ogni cookie swap che si rispetti c’e’ stato lo SWAP delle Ricette! Io ho “vinto ” quella di Evelyn e dei suoi RUSSIAN TEA CAKE che vi proporro’ a breve!