Let’s start with a SIDE.

Sono quasi due anni che mi occupo di cucina a domicilio, di organizzare feste e cene su misura per occasioni di ogni tipo, compleanni, anniversari e cerimonie; ora essendo vicinissimi alla fine dell’anno e’ inevitabile fare dei bilanci, chiudere i conti, memorizzzare impressioni e stilare liste infinite di propositi e di “To do list” per l’anno nuovo.

Volendo fare una considerazione sul gradimento dei vari piatti che ho preparato e che mi hanno spesso chiesto e richiesto, devo dedicare una sezione speciale di questo blog a quelli che da noi vengono chiamati ” i contorni” e in particolare alla Ratatouille, un contorno di verdure che e’ sempre richiestissimo e che con la Sicilianissima caponata si divide il podio.

ratatouiulle

Credo che il segreto del successo di questo contorno sia la varieta’ delle verdure accostate tra di loro, il sapore fresco ma speciale. Al di la’ della versione piu’ tradizionale della Ratatouille che potete provare a fare a casa, vi voglio propoprre una versione piu’ fresca e piu’ leggera, ma allo stesso modo sfiziosa e saporita.

Ingredienti:

300 gr di pomodorini

1 peperone giallo

1 peperone rosso

2 melanzane  

2 zucchine

2 carote

1 spicchio d’aglio

1 scalogno

basilico

Olio EVO, sale e pepe

nella preparazione della ricetta eviteremo di friggere le verdure singolarmente, ma salteremo le verdure in padella iniziando con quelle che necessitano di una cottura piu’ lunga.

Iniziamo prendendo una padella e aggiungiamo olio, aglio intero, scalogno e un paio di foglie di basilico spetzzettate per insaporire l’olio. Facciamo soffriggere tutto e poi aggiungiamo le patate tagliate a cubetti e le carote. I cubetti dovranno essere circa di un cm in modo tale che la loro cottura sia veloce.

Quando le patate inizieranno ad intenerirsi aggiungeremo le zucchine, poi dopo 3/4 minuti le melanzane e i peperoni e infine i pomodorini tagliati a meta’.

La ratatuille sara’ pronta quando le verdure saranno cotte, ma ancora croccanti. Per finire aggiugete sale e pepe e finite il piatto con dell’olio a crudo e abbondante basilico fresco.

Annunci

Di ribellioni da food blogger e di generose spolverizzate di Pecorino_Dosi “a piacere”

Non sono una food blogger, senza dubbio si puo’ affermare che non sono una food blogger classica, niente ricette precise ad minimo grammo, niente foto del working in progress canoniche, niente spiegazioni dettagliate delle procedure. Sono un po’ al di sopra della linea ( o al di sotto, dipende dai punti di vista)

Mi scoccio a pensare di dover fare il compitino e spesso vado ” ad occhio”, si esattamente. Mi invento le ricette, decido sul momento, assaggio ( a volte) e decido come procedere… un po’ come il piccolo Remy che prepara la zuppa in Ratatouille. Ho una valanga di foto fatte a piatti buoni che non ho messo perche’ non saprei dirvi quanto c’era di quello e di quell’altro, perche’ non ho segnato esattamente i minuti di cottura etc etc.

E quindi basta, diciamo che va bene anche cosi’, diciamo che questa ricetta e le prossime che mettero’ sulla base di questo approccio faranno parte di una categoria a parte che potrei chiamare “a piacere”. Quando ho iniziato a scrivere il blog infatti non avevo il progetto preciso di fare tutto per bene, di insegnare qualcosa a qualcuno, volevo solo divertirmi un po’, avere un archivio delle cose fatte, di quelle riuscite e magari anche di quelle venute cosi cosi. Poi pero’ guardandomi intorno ho visto che forse dovevo adeguarmi a scrivere la ricetta per bene, fotografarne i passaggi e cose simili, ma a me questo non diverte sempre quindi faro’ un po’ come mi pare se vi va di provare a fare questa ricetta fatela cosi’, un po’ instintivamente. Se avete un buon palato e un buon naso… verra’ buonissima!

Tonnarelli con tonno fresco su salsa di pomodori datterini, melanzane saltate con pomodoro fresco, capperi e olive verdi e una polverizzata di Pecorino

Come prima cosa ho preparato una salsa con i pomodori datterini. Ho fatto soffriggere l’aglio nell’olio extravergine di oliva insieme a del basilico fresco. Poi ho aggiunto i pomodori li ho rosolati velocemente poi ho aggiunto un po’ di acqua e li ho fatti cuocere lentamente. Quando l’acqua e’ evaporata ho passato tutto al passaverdure e ho messo la salsa da parte.

Ho rosolato le melanzane ( taglaite a cubetti ) con un po’ di porro, poi ho aggiunto del basilico, sale, pepe le olive a pezzetti e alla fine della cottura anche i capperi.

Ho preparato  una concasse’ di pomodorini freschi e li ho aggiunti alle melanzane.

Mentre cuocevano i tonnarelli ho scottato velocemente il tonno in una padella antiaderente appena appena unta con olio d’oliva extravergine , in modo che rimanesse leggermente rosa all’interno e ho sfumato con del vino bianco .

Una volta scolati i tonnarelli li ho velocemente amalgamati alla salsa e poi ho servito il piatto con un po’ di condimento di melanzane, il tonno a cubetti e una “generosa” dose di pecorino appena grattugiato!

Adagio…proprio non va…Is that supposed to be good food??


Oggi ho provato il secondo panino proposto da Gualtiero Marchesi per Mc Donald’s.


Se vi siete persi la prima puntata…potete andare a leggere qui e capirete di che sto parlando.

Stesso fast food, stesso Chef,

ma questa volta

proprio non convince
Adagio dovrebbe essere “un abbraccio di mousse di melanzana con gustosa ricotta salata grattugiata, pomodoro fresco e carne bovina”


Ecco

diciamo che non era proprio neanche per niente, neanche minimamente niente del genere.

Quello che ho assaggiato oggi era uno dei panini piu’ tremendi mai provati ( non solo al MC, ma proprio in generale)

Era secco, stopaccioso, insapore e pesante.

Scarsissimo!

Della crema di melanzane non c’era traccia. Solo un grumo marroncino insaporte in mezzo al panino. La ricotta salata sembrava polistirolo salato a scaglie, i pomodori… inutili e insipidi.

Tra l’altro questa volta il panino l’abbiamo provato in 4 e credo proprio che il giudizio possa definirsi “unanime”

Il panino “Vivace” presentava una cremina saporita, gli spinaci contribuivano a non rendere il panino asciutto e nel complesso secondo me, il tentativo poteva essere riuscito

ma oggi….delusione totale! Ma il gusto dove e’?? e la fantasia??

bah!

Mi dispiace Chef, ma questa volta proprio non e’ andata…Ci saranno altri tentativi?? Ci dobbiamo aspettare altre proposte?

Se vogliamo parlare di creativita’ e rimanere un po’ in tema, ho scovato un tentativo molto interessante proposto da 4 chef di Toronto lo scorso Maggio.che hanno  preso un BIG MAC Menu’ e lo hanno trasformato in un piatto a 5 stelle!

Guardate cosa e’ venuto fuori!


Today I tried the second sandwich proposed by Gualtiero Marchesi for Mcdonald’s.If you missed the first episode … you can go here to read and understand what I’m talking about.Same fast food, same Chef,

but this time

just not convincing

at all!Adagio should be “an embrace of eggplant mousse with tasty grated ricotta, fresh tomato and beef”well

I have to say that it was not even remotely anything like that.

What I tasted today was one of the most terrible sandwiches ​I have ever tasted (not just at  MC Donald’s, but just in general)

It was dry, tasteless and heavy.

Cream of eggplant was nowhere. Only a lump in the middle of insaporte brown salsa. The ricotta flakes were salty and tasted like cardboard, tomatoes … useless and insipid.

Among other things I have to say that this time we were 4 people trying the sandwich and I think that the verdict could be defined as “unanimous”

The “Vivace” sandwich had a  tasty creamy sauce,the spinach helped to make the sandwich not dry and  in my opinion, that attempt could have succeeded

but now …. total disappointment! Where was the creativity and the taste ?

bah!

Sorry Chef, but this time it didn’t go through …

If you want to talk about creativity ‘and stay a while’ on the subject, I found a very interesting attempt proposed by 4 chefs in Toronto last May, they took a Big MacMenu and managed or at least tried to turn it into a 5 stars dish!

Look what ‘came out!