Colazione@Farmshop. Magari…

Galleria

Questa galleria contiene 10 immagini.

Sta mattina la colazione proprio non me la merito, quello che al massimo posso concedermi e’ di rivedere e di mostrarvi alcune immagini di un posto veramente interessante a Brentwood ( CA ). Lasciati alle spalle i grattacieli di Los … Continua a leggere

di merende e mirtilli

Galleria

Questa galleria contiene 13 immagini.

Molti Americani sono obesi, ma questo si sa. Quello che forse non si sa e’ che circa il 30 % di loro lo e’. Iintendo NON sovrappeso, con le maniglie dell’amore un po’ pronunciate o con una bella pancetta che … Continua a leggere

The Bazar_Ma si puo’ finire a mangiare TAPAS a L.A.?

Galleria

Questa galleria contiene 18 immagini.

Los Angeles e’ un po’ la citta‘ delle contraddizioni, degli eccessi e delle esagerazioni, un po’ tutta la societa’ Americana lo e’ in effetti, ma a Los angeles tutto questo e’ particolarmente enfatizzato. La mattina e la sera fa freddo, … Continua a leggere

Farmer’s Market@Santa Monica

Galleria

Questa galleria contiene 8 immagini.

Vi va di vedere un po’ di foto di un bel posticino? Qualche post fa in questo articolo qui, vi ho parlato del Borough Market di Londra, un posto interessantissimo, pieno di iniziative con tante persone intente a preparare e … Continua a leggere

The photoshoot. Effetti di una colazione ad alto tasso glicemico.

Galleria

Questa galleria contiene 4 immagini.

Ecco cosa succede quando prepari queste:   ( due “bombe” con crema al limone per festeggiare i 14 anni di mio nipote erano proprio il minimo che potessi fare) e dai la macchinetta fotografica in mano a una quasi teenager … Continua a leggere

The best Cupcakes in town.

Ci sono due cose che devi fare appena arrivi a Los Angeles. La prima e’ mettere gli occhiali da sole ( non si sa’ mai ci fosse un orda di paparazzi all’uscita dell’aeroporto pronta a scambiarti per qualche attrice famosa. Tutti ormai dovreste sapere della mia incredibile somiglianza con Jessica Alba quindi potete immaginare il perche’ di questa preoccupazione.) La seconda e’ quella di tapparsi il naso per non venire pervasi dal fortissimo PROFUMO odore di CANNELLA che aleggia pesantemente nell’aria della sezione arrivi di LAX.

Funziona un po’ come un cane che fa la pipi’ nei vari angoli di un giardino per delimitare il territorio. Qui ci tengono da subito a farti capire chi comanda: il cibo e’ ovunque, ti circonda e ti perseguita e per evitare di perdere tempo in inutili tentativi di resistere, se il motto dello scorso articolo su L.A. era: 7 ristoranti in 4 gg, quello di questo sara’: 10 kg in 10 gg!

Dopotutto ci sara’ prima o poi un Lunedi’ a cui attribuire qualche buon proposito!

Per riscaldarci un po’ vi parlerei subito di qualcosa di molto tipico per me molto divertente ma per molti anche molto inutile:

trattasi dei cupcakes

Oggi, seguendo il consiglio dei miei nipoti che in materia sono molto ferrati e devo dire che sono anche molto esigenti, sono andata a comprarne 6 da Sprinkles a Beverly Hills.

A loro detta trattasi del migliore cupcake bakery della zona.

Bellissimo il design della location dall’esterno, essenziale e lineare. Bella la scelta dei colori e lo stile che definisce anche il marchio di questo Bakery.

Gli interni del negozio sono tutti in legno. C’e’ una vetrata altissima che separa dai cupcakes che sono molto “moderni” e caratterizzati da alcuni bollini colorati molto essenziali.

I cupcakes sono disp[osti su dei vassoi in legno prestampati in cui ogni dolcetto puo’ essere collocato nel suo bel posticino confortevole.

C’e’ anche un menu’ colorato con la lista dei cupcakes disponibili. In base al giorno della settimana infatti vengono o no prodotti alcuni gusti.

Se volete provare il gusto CHAI LATTE per esempio dovete passare da quelle parti il venerdi’!

Io decido di optare per un box da 6 cupcakes ( 21 dollari e passa la paura) e mi accaparro : un red velvet, che a detta di mia nipote Giulia e’ THE BEST, uno STRAWBERRY, un BANANA CHOCOLATE, un DARK CHOCOLATE, uno SMOAR e un COCONUT.

Sono molto soddisfatta della mia selezione visto che ho avuto circa 15 minuti per pensare a cosa prendere…la tipa davanti a me credo che abbia ordinato cupcakes per almeno 70 persone. Esco dal negozio soddisfatta senza pero’ perdermi l’ultima chicca:

Per “solo” 2 dollari e 50 puoi anche comprare un cupcake per il tuo cane. La signora davanti a quella che ha ordinato per un esercito infatti esce soddisfatta anche con unsacchettino marrone che riporta la scritta ” We care for our dogs ( o qualcosa di simile)

Questi americani le sanno proprio tutte!

Arrivati a casa io e Stella decidiamo di assaggiare subito quello al cioccolato e banana e mentre lei tuffa le dita nel frosting al cioccolato io mi chiedo se questa volta saro’ sorpresa da un gusto cosi’ eccezzionalmente buono.

il cupcake e’ saporito, morbido e umido al punto giusto quindi penso che ci sia circa una valanga di burro, il frosting pero’ e’ sempre frosting, quindi di dubbio sapore ( almeno secondo me). Mi restano da assaggiare tutti gli altri, ma devo farlo quando Stella sara’ a letto…provocarle un picco di colesterolo a soli due anni e 4 mesi non mi sembrerebbe troppo giusto!

Su tutto posso dirvi che vince decisamente il design!

Almeno quello si puo’ ” gustare” senza acquisire calorie! Quelle le salverei per qualcosa di piu’ “adulto”. Il Giapponese nella Valle dove si e’ trasferito lo chef del famoso Katsuya per esempio, ma questa e’ un’ altra storia.

TOAST anyone?

Galleria

Questa galleria contiene 23 immagini.

Una delle mie fisse recenti riguarda I TOAST Sarà una sindrome di qualche tipo relativa a problemi dell’infanzia mai risolti, ma a me la merenda /pranzo/ cena o colazione a base di toast mi da sempre una certa soddisfazione e … Continua a leggere