Spring Rolls di pasta sfoglia con zucchine speck e ricotta.

Da quando la pasta sfoglia ho provato a farla a casa, ci faccio praticamente tutto!

Un po’ come Forrest Gump con i gamberi….

o forse di piu’ come BUBBA

Decisamente piu’ simile a BUBBA!

strudel di sfoglia, cornetti di sfoglia, tortelli di sfoglia…

zuppa di sfoglia…

eh …ognuno ha le “fisse” sue, no?

In questo caso, in preda a un attacco di nostalgia per quella meravigliosa cenetta thai di cui vi ho già parlato, ma in assenza di materia prima adeguata, ci ho fatto questi Spring Rolls dal gusto occidentale .

Nella presentazione infatti sono simili a quelli asiatici, ma in realtà la pasta sfoglia

( francesissima) racchiude un ripieno di zucchine, speck e ricotta.

La ricetta che ho usato e’ mlto semplice e la pasta sfoglia si fa solo in un oretta. giusto il tempo per preparare il ripieno, apparecchiare la tavola, smangiucchiare qualcosa e magari navigare qua e la su qualche blog interessante…

Ovviamente potete usare anche la pasta sfoglia fresca che si trova nel banco Frigo ed e’ comunque molto buona. In questo caso ci metterete anche meno!

Inutile dire infatti che se decidete di optare per la pasta sfoglia già stesa avrete veramente poco lavoro da fare!

Ecco la ricetta

Per il ripieno procuratevi

300 grammi di ricotta

100 grammi di speck tagliato a cubetti

1 zucchina

1 spicchio di aglio,

un quarto di cipolla

Fate rosolare la cipolla e l’aglio in una padella con dell’olio d’oliva.

Aggiungtete lo speck e fatelo rosolare e insaporire.

Aggiungete ora le zucchine a rondelle o a cubetti.

Accendete il forno a 180 gradi.

Quando le zucchine saranno cotte togliete l’aglio e amalgamate le zucchine e lo speck alla ricotta.

Regolate di sale e di pepe.

Ora prendete la pasta sfoglia già stesa e realizzate dei quadrati . Ponete il ripieno al centro, ripiegate un primo lato sul ripieno, poi chiudete i due lati  e poi arrotolate la parte rimanente.

E’ un po’ complicato da spiegare a parole quindi guardate qui… e capirete subito.

Aiutatevi bagnandovi un po’ le dita con l’acqua per sigillare bene la sfogliae  poi spennellate la supervice con del rosso d’uovo.

Ora infornate a 180 gradi per circa 15 minuti.

Se volete provare l’ebrezza di fare la pasta sfoglia in casa, fatemi un fischio e vi faro’ avere la ricetta che ho usato io e che trovo ottima!ieri ho preparato due strudel salati per la festa della piccolina e hanno riscosso un successone. Quindi provate e sbizzarritevi con idee e ripieni e se trovate qualche buona idea fatemi sapere che la provo!

Annunci

Agnolotti “home made”alla salciccia

Io con questa cosa della pasta fatta in casa ci ho preso proprio gusto ! Eccomi quindi di nuovo alle prese con degli agnolotti fatti a mano.

Io e la mia aiutante di anni 2 meno un mese, ci siamo cimentate Domenica scorsa con la tecnica “del PLIN”, che ci ha permesso di produrre una bella quantita’ di agnolotti  in un tempo brevissimo.

Abbiamo preparato gli agnolotti con la farcia di patate al sentore di timo e pomodoro, ottimo ripieno che puo’ bene accostarsi a mille condimenti, gentile concessione dello chef Davide Mazza.

La pasta l’ho fatta a mano utilizzando anche la farina integrale. E’ stato un esperimento, sia nell’abbinamento che nelle dosi, ma devo dire che sono soddisfatta!

Il condimento e’ a base di salciccia e il piatto si “finisce ” con una spolverata di pecorino.

Ora vi scrivo la ricetta cosi’ Domenica prossima vi potrete settare in modalita’ “massaia” e darvi alla produzione anche voi!

Dose per 4 persone:

per la pasta ho usato

100 gr di farina integrale

400 gr di farina 00

630 gr di uova

un cucchiaio di acqua

per il ripieno ho usato:

3 patate a pasta gialla precedentemente lessate e schiacciate

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

40 gr di Parmigiano

timo fresco sminuzzato

per il condimento ho usato:

3 carote

3 gambi di sedano

1 porro

1 cipolla

rosmarino

3 salciccie di prosciutto

vino bianco secco

olio d’oliva

iniziate a preparare la pasta. Disponete le farina sul piano di lavoro  e create una fontana in cui dovrete rompere le uova. Aggiungete anche il cucchiaio di acqua e impastate fino a quando non otterrete una palla di pasta liscia. Con questa ricetta l’impasto risultera’ piuttosto duro quindi metteteci un po’ di forza! Aiutatevi con la semola mentre lavorate la pasta !

Una volta ottenuta la pasta, avvolgetela nella carta trasparente e mettetela in frigorifero a riposare almeno un’ora.

Per iniziare  a preparare il condimento prendete una teglia da forno, tagliate le carote, i gambi di sedano e la cipolla a striscioline e create una base su cui appoggerete le 3 salciccie .

Aggiungete dei rametti di rosmarino e condite con l’olio d’oliva.

Infornate a 160 gradi per circa 1 ora e ogni 20 minuti bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco la carne.

Ora preparate il ripieno amalgamando le patate schiacciate con mezzo cucchiaino di concentrato di pomodoro, del timo fresco sminuzzato e due cucchiai di parmigiano reggiano, regolate di sale e pepe e coprite con la pellicola trasparente.

Mentre il condimento finisce di cucinare nel forno passate a realizzare gli agnolotti. Quando chiudete la pasta in cui avete messo il ripieno fate ben uscire l’aria cosi’ che non ci sia il rischio di rottura della pasta durante la cottura .Utilizzate la tecnica che preferite e poi disponeteli su un vassoio spolverato con della semola.

Quando il condimento sara’ pronto tagliate sia le verdure che le salciccie con il coltello, cuocete gli agnolotti e scolateli senza romperli con la schiumarola poi  fate saltare il condimento nella padella con gli agnolotti per pochi istanti. Spolverizzate con pecorino fresco ” a pioggia” e servite!

Raviolo al Pecorino con crema di Pere e Limone

Questa pasta fatta in casa al cacao, con la farcia al pecorino di cui vi ho gia’ parlato qui, mi ha ispirato anche questo secondo piatto!

volevo fare un qualcosa in cui in un primo piatto si ricreasse la classica combinazione di Pere e Pecorino.

Questo raviolo gigante e’ ripieno di una morbida crema a base di pecorino (la ricetta , come vi avevo gia’ detto e’ presa in prestito dallo Chef Davide Mazza) e il suo gusto salato/piccantino mi piaceva che si abbinaste al dolce delle pere e al sentore invece acido, del limone.

This home-made pasta with cocoa, with the filling of Pecorino cheese, which I have already described here, inspired me this second dish!I wanted to do something, in a first course, in which there could be recreated the classic combination of Pears and Pecorino.This giant ravioli is filled with a soft cream-based Pecorino stuffing (the recipe, as I had already said is borrowed by Chef David Mazza) and its salty / spicy taste is mixed gently to the sweet pears. Moreover the acid flavor of the lemon gives the dish a hint of freshness that match perfectly!

Cappellacci al cacao e pecorino con fagioli cannellini

Fare la pasta fatta in casa da sempre una certa soddisfazione.

Fare dei tortelli che siano anche perfetti e’ un po’ un’ altra storia, ma ci stiamo arrivando.

Piano.

nel frattempo i miei sono dei cappell “acci ” , un po’ rustici, ma sono farciti con una gustosissima farcia al pecorino.

La ricetta della farcia e’ stata gentilmente condivisa dallo Chef Davide Mazza e io ho deciso di  provare ad aggiungere anche un po’ di miele per contrastare il gusto un po’ amarognolo dell’impasto.

Il piatto e’ stato realizzato poi aggiungendo una crema di fagioli cannellini, pomodoro, bietina e Parmigiano Reggiano con pinoli tostati.

La pasta e’ speciale perche’ e’ al cacao e questo le da un “carattere” deciso. La farcia ha un gusto intenso e il condimento e’ delicato, ma saporito allo stesso tempo.

Making homemade pasta gives always a certain satisfaction.

Making ravioli which are also perfect and is a little different story, but we’re getting there.

Slowly.

In the meantime, my Cappellacci are  a little rustic froma look point of view, but they are stuffed with a great testing stuffing with pecorino cheese.

The recipe for stuffing was kindly shared by Chef David Mazza and I decided to try it adding a little honey to contrast the bitter flavor of the dough.

The dish was served  ​​by adding a cream of white beans, tomato, Parmesan cheese and bietina with toasted pine nuts.

The pasta is special because it has bitter cocoa in it but this gives it a strong  interesting flavor. The stuffing has an intense flavor and the seasoning, is mild enough not to overlap the cheesy stuffing but tasty at the same time.