Lo show piu’ dolce del mondo – the CAKE show –

Galleria

Questa galleria contiene 12 immagini.

Per il primo anno in Italia, questo week end si terrà “the cake show” A Bologna il 15 e 16 ottobre, si incontreranno pasticceri, artisti e appassionati per una manifestazione dedicata alla Sugar art e alla realizzazione di torte decorate. … Continua a leggere

Lamponi “mon amour”

Io AMO i LAMPONI,ogni estate, in montagna vado i cerca di questi frutti abbastanza difficili da scovare ( se non consideriamo quelli che rubo dalla pianta della vicina di casa) e

deliziosi per procacciare materia prima per dolci squisiti.

Quest’anno la caccia e’ stata pittosto povera e quindi non ho potuto fare proprio nulla di buono, ma visto che Roma e’ una città dalle mille risorse, ho comunque “rimediato” degli ottimi esemplari di materia prima!

Queste crostatine sono veramente deliziose, il dolce della crema alle mandorle e il contrasto con l’aspro dei lamponi si sposano perfetamente in un mix gustossimo e come per le ciliegie, alla fine finisce che una tira l’altra e non ci si ferma piu’.

La preparazione e’ un po’ piu’ complessa delle cose che ho proposto fino ad ora, ma non e’ niente di insuperabile e il risultato e’ anche molto sorprendete dal punto di vista del look

Iniziate preparando la base.

La pasta delle crostatine, in questo caso non e’ la pasta frolla, ma la pastà sablèe.

Questo preparato infatti risulta meno dolce e ha un guosto piu’ neutro in modo tale che vengano esaltati ancora di piu’ i sapori dei lamponi e delle creme. La pasta sablèe e’ molto friabile e affinche’ il risultato sia perfetto, va fatta riposare in frigorifero almeno mezz’ora

Per prepararla fate cosi’:

mescolate il burro (100 gr) e la farina (200 gr) a mano, poi fate una fontana al centro e aggiungete 20 gr di acqua, 20 gr di zucchero, un uovo e un pizzico di sale.

Impastate tutto incorporando bene gli ingredienti poi create una palla, avvolgetela con la  pellicola trasparente e fate riposare.

Mentre fate riposare la pasta sableèe nel frigorifero preparate la crema alle mandorle in questo modo:

Prendete 80 gr. di burro che avete precedentemente lasciato ammorbidire fuori dal frigorifero, poi lavoratelo ” a pomata”

Questo tipo di lavorazione serve per rendere il burro della consistenza, appunto di una pomata e si ottiene lavorando il burro in una ciotola con un cucchiaio di legno.

A questo punto aggiungete la farina di mandorle ( 85gr ) e lo zucchero a velo (85 gr). Mescolate bene e infine aggiungete l’uovo ( uno intero)

Come ultimissima cosa aggiungete anche 1 cucchiaio da te di maizena e 1 di rhum.

Dopo almeno mezz’ora di frigorifero, sia per la pasta sablèe che per la crema, iniziate  astendere la pasa con il mattarello e foderate degli stampini per le crostatine dopo averli imburrati.

Stendete la crema alle mandorle sulle crostatine  e infornate per 10/12 minuti a 220 gradi.

Una volta sfornate le crostatine , aspettate che si raffreddino per bene e poi guarnitele con i lamponi ( lavati e asciugati completamente) e alternateli sulla crostatine con la crema al mascarpone.

La crema al mascarpone la potete preparre sbattendo il rosso di un uovo con un cucchiaio di zucchero e poi aggiungendo 80 gr di mascarpone.

Utilizzate un saccapoche da pasticcere per mettere la crema sulla crostatine alternandola alla frutta.

Ho provato questa combinazione piu’ volte e il risultato e’ sempre ottimo.

La prima volta ci abbiamo lavorato in 2 , ma la ricetta e’ alla fine molto semplice. I passaggi sono parecchi perche’ ci sono 3 lavorazioni da fare, ma il gusto decisivo dei questi dolcetti nasce propro dalla combinazione di tutti gli elementi, quindi non scoraggiatevi e su, su…lavorare!!!

Ovviamente il look e’ garantito dai bellissimi scatti di Fra!

 

Cheesecake 101

Qualche giorno fa, un mio collega in partenza per gli Stati Uniti mi ha chiesto un consiglio sul posto migliore a Manhattan dove mangiare il vero New York cheesecake.

Diciamo che mi sono immedesimata un po’ troppo e che alla fine della giornata, invece di lanciarmi alla ricerca di qualche dritta su bakeries e delis dove andare a mangiarlo, ho iniziato a prepararne uno io.

Volevo fare una versione un po’ nuova, sta volta niente frutta ma una variante di una ricetta che avevo letto sul sito di Whole Foods.

cioccolato e cappuccino MmmmHH buono!!….

Beh il risultato non e’ stato proprio niete male … anche se la mia versione preferita e’ quella al mango del ristorante thai Chandara di Los Angeles….ma questa e’ un’altra storia….

Per prepararvi questa delizia a casa procuratevi tutto il necessario e prevedete di avere all’incirca un’ora e mezzo di tempo….facciamo due, se siete piuttosto lenti o superperfezionisti…..

Ecco la lista della spesa:

200 gr di biscotti digestive ( per attenersi alla regola n. 1 del cheesecake)

80 gr di burro

800 gr di philadelphia ( non prendete quello light o il philadelphia yo che fanno cambiare il gusto)

125 gr di panna fresca liquida ( per favore non mi fate vedere che usate la panna da cucina o la panna a lunga conservazione eh!)

5 uova

200 gr di zucchero

una tazzina di caffe’ molto forte

250 gr di cioccolato fondente amaro ( sceglietene uno buono!!, serio!!)

Come prima cosa accendete il forno a 150 gradi ( il dolce infatti si cuocerà lentamente a questa temperatura piuttosto bassa), dopodiche’ potete inizare a preparare la base.

Prendete il vostro food processor. Ce l’avete un food processor  vero?

🙂

🙂

 

come lo chiamate? Un robot da cucina..vabbe’….

Beh…credo che vi servirà proprio un FOOD PROCESSOR!! In alternativa potete usare un frullatore, o un pestacarne, insomma fate come voltete, l’importante e’ che otteniate una poltiglia di biscotti digestive.

Versate i biscotti in un’ampia terrina e aggiungete il burro che avete fatto precedentemente ammorbidire.

Mescolate e fate in modo che burro e biscotti si mescolino in modo uniforme.

Ora passate a preparare la crema.

Sbattete le uova con lo zucchero fino a quando il colore delle uova sarà diventato giallo chiaro, aggiungete il philadelphia  e amalgamate.

A questo punto, in un’altra terrina montate la panna tenendone da parte 40 gr, dopodiche’ fate sciogliere il cioccolato fatto a pezzetti a bagnomaria aggiungendoci la panna liquida che non avete montato e che avete tenuto da parte.

Unite lentamente la panna montata al composto con il philadelphia mescolando  piano con un movimento dal basso verso l’altro e usando un cucchiaio di legno ( per evitare che la panna si smonti completamente)

Dividete il composto in due e aggiungete ad una parte il cioccolato fuso.

Alla seconda parte aggiungete una tazzina di caffe’ ristretto amaro.

Ora prendete il composto di biscotti e burro e dopo aver imburrato una teglia a cernira, sciacciate il composto sul fondo foderandolo completamente .La base di biscotti, una volta stesa dovrà essere alt all’incirca 6/7 mm.

Versate a strati il composto cremoso, alternando la parte con il caffe’ a quella con il cioccolato.Fate in modo che la crema si depositi bene nella teglia e infornate per circa 50 minuti.

Trascorso il tempo di cottura fate ben raffreddare il dolce e solo quando e’ freddo mettetelo ne frigorifero.

Il consiglio e’ quello di prepararlo la sera prima

Quando lo servite potete decordare le signole fette con del cioccolato che potete far sciogliere a bagno maria con un po’ di panna liquida.

Con queste dosi otterrete un dolce per circa 10 persone.

GOODIE!

Evitate di lasciare pezzi grossi e grumi, sminuzzate bene…o pestate bene….