Dolcetto al cioccolato con cremoso alle castagne e meringa e…buon inizio a tutti!

ad8ed1fc91379dfe8a50c75fc15a3580

Gennaio e’ tempo di buoni propositi, liste di obiettivi da raggiungere e diete disintossicanti, quindi io, nel mio tipico stile schizzofrenico ho deciso di alternare giorni stoici a base di succhi freschi di frutta e verdura (moooolta verdura) a momenti ipercalorici e attacchi irrefrenabili di fame e abbuffate di dolci.

Oggi e’ iniziato male. Sono, panico per le troppe cose da fare, e grossa crisi da calo di zuccheri. Ho deciso quindi di scrivere una ricetta di quelle TOP GOLOSE da tenere da parte per i moemnti di emergenza, per esorcizzare questo momento, e sopratutto per  fare altro ed evitare di andare a comprare 4 cornetti con la crema da mangiare ADESSO in rapida successione.

Poi sicuramente ci ritroveremo a discutere di cibi sani e leggeri, buoni popositi, e altre serieta’, ma non oggi. L’inizio dell’anno e’ gia’ abbastanza faticoso e mi mette piuttosto sotto pressione. Da una parte l’aspetto psicologico altamente provato dalle aspettative che mi autoimpongo ogni primo Gennaio poi a livello piu’ terra terra la fatica fisica nel rimettere la sveglia sempre alla stessa ora vista la riapertura delle scuole.

Quando mi sono diplomata, mi e’ sembrata una liberazione meravigliosa non dover alzarmi piu’ sempre alla stessa ora, poi all’universita’ il primo anno avevo i corsi dalle 14:00 in poi…una meraviglia. Al lavoro ho sempre avuto orari sballati, magari anche super alzatacce, ma solo per periodi circoscritti. Da quando sono alle prese con la campanella della “prima elementare” mi si e’ risvegliato il trauma infantile che avevo seppellito ed e’ tremendo. Inutile dirvi che siamo quasi sempre in ritardo…

Dolcetto al cioccolato con cremoso di castagne, cacao e rhum e meringa

cacao e castagnePer la preparazione del dolcetto

Ingredienti:

160 g di farina 00

16 g di baking powder ( possibilmente non usate il lievito gia’ mescolato con la vanillina)

200 g di zucchero

2 uova

150 g di latte

125 g di burro + 50 g di cioccolato fondente sciolto con il burro

50 g di cacao

1 pizzico di sale

Per la preparazione del dolcetto iniziate montando le uova con lo zucchero. Quando saranno spumose aggiungete il burro e il cioccolato. Continuate a mescolare con la frusta elettrica.

Aggiungete adesso il latte e poi mescolate con un cucchiaio.

Mescolate la farina con il lievito , il sale e il cacao. Setacciate tutto e aggiungete al composto quuesto mix mescolando con un cucchiaio o con una spatola.

Distribuite il composto negli stampi per muffin e cuocete a 180 gradi ( in forno caldo) per 20 minuti.

Per la preparazione del cremoso alle castagne

Ingredienti:

castagne 400 g

latte 1/2 bicchiere

zucchero 60 g

caca0 30 g

rhum 1/2 bicchierino

panna 250 ml

mascarpone 250 g

 

Lessate le castagne nel latte con lo zucchero poi aggiungete il rhum.

Frullate le castagne nel mixer aggiungendo anche il cacao.

Montate la panna e poi mescolate con il mascarpone.

Aggiungete il composto di castagne ( raffreddato)

Utilizzate un sac a poche o una spatola per decorare i dolcetti al cioccolato con il cremoso e poi decorate con una croccante meringa.

 

 

Here comes the Focaccia

Questa Focaccia l’ho fatta spesso, l’ho fatta seguendo la ricetta originale che mi ha dato lo chef Davide Mazza .

L’ho provata e riprovata e l’ho fatta anche apportando qualche personalizzazione.

E’ buona, fragrante, gustosa e piace sempre tanto a tutti. Mi hanno chiesto la ricetta cosi’ tante persone che alla fine eccoci qui:

ingredienti:

Farina 800 gr
Acqua 470 gr
15 gr di Lievito di birra o 5 gr di Yeast
Zucchero 20 gr
Olio 20 gr
Sale 20 gr

Per guarnirla provate con pomodorini e semi di vaniglia, oppure con olive verdi. Provatela anche con i pomodori a fette ! Insomma, provatela con tutto quello che vi piace e vi ispira di piu’!

Procedimento:
Se usate il lievito di birra fatelo sciolere nell’ acqua e poi aggiungetelo alla farina ( non usate l’acqua calda o ucciderete il lievito.25/26 gradi andranno benissimo) aggiungete l’olio e lo zucchero e impastate bene poi aggiungete anche il sale, ma solo quando l’impasto avra’ gia’ iniziato a formarsi bene. Quando l’impasto sara’ liscio formate una palla e mettetela in un recipiente leggermente unto e coprite con la pellicola. Se usate il lievito secco (yeast) aggiungetelo all’inizio insieme alla farina e mettetene 5 gr.

Quando il volume sara’ raddoppiato stendete l’impasto con le mani su una teglia una sulla quale avrete cosparso anche una manciata di sale grosso.
Spennellate la superficie con un’emulsione di acqua e olio e poi guarnite come piu’ vi piace. Anche con solo del rosmarino fresco tritato e’ buonissima.

Lasciate riposare la focaccia in teglia per una seconda lievitazione per 20/30 minuti poi prima di infornare, spennellate nuovamente con acqua e olio emulsionati.
Infornate a 200 gradi per circa 20 minuti.

I often make this focaccia, I make it following the original recipe that the chef David Mazza gave to me and I have also made some customization . This is so good, fragrant, and easy to do . People always enjoy it so much. I have been asked for the recipe so many time that  I have decided to post it today:

ingredients:
800 g white flour
Water 470 g
yeast 5 g
Sugar 20 gr
Olive Oil 20 gr
Salt 20 gr

To try a different version,  garnish  it with cherry tomatoes and vanilla seeds, or with green olives. Try it with sliced tomatoes as well!

Well, try it with everything you like and inspires you more!

procedure:
In a large bowl mix flour, yeast, water , then add oil and sugar and mix well then, after a while add the salt . Do it only when the dough will have ‘already’ begun to form well. When the dough will form a smooth ball move it in a new  lightly greased bowl and cover it with plastic wrap.

When the volume will be ‘doubled roll out the dough with your hands on a greased baking sheet on which you can also decide to add some coarse salt ( a spoon or two will be ok).
Brush the surface of the dough with an emulsion of water and olive oil and then add the ingredints you like the most. Even with only fresh rosemary is going to be very good.

Let the focaccia rest in the pan for a second rising like 20/30 minutes and before baking, brush again with the olive oil and water emulsion.
Bake at 200 degrees for about 20 minutes.

Una Lemon Tart per esorcizzare i malanni

La settimana scorsa e’ stata parecchio impegnativa, tutti i malanni e i virus invernali si sono impadroniti della nostra casa e ad oggi il bilancio e’ di 3 “colpiti&affondati” su 3 .

Ha iniziato prima Stella, vittima di una brutta  gastroenterite che l’ha costretta a 36 ore di flebo ( povera piccina) per poi passare a me ed infine a Mauro che si trascina per casa moribondo ancora oggi.

Dopo giorni di diguino e di te’ e fette biscottate non ho resistito piu’ e sta mattina, forse anche per esorcizzare un po’, ho voluto provare questa ricetta. Ho notato che la pagina piu’ visualizzata nella giornata di ieri sul mio blog e’ stata quella della crostata, quindi ho pensato di farne una un po’ diversa e postarla oggi. Cosi’ tanto per avere la scusa di rimangiare qualcosa di delizioso!

La verita’ e’ che mi sono innamorata del LEMON CURD e volevo assolutamente provarlo sulla crostata.
Al corso di Pasticceria sto facendo alla scuola Les Chef Blancs con lo chef Giulia Steffanina, abbiamo preparato questo Curd e lo abbiamo assaggiato con dei fantastici tozzetti appena sfornati, ma sapevo che per le crostate si poteva provare anche ad unirlo alla panna montata e ho dovuto provare subito l’abbinamento.

Ovviamente sconsiglio questo dolcetto a chi non e’ amante del gusto del Limone, ma sappiate che il curd si puo’ preparare con altri agrumi e secondo me deve essere delizioso in tutte le sue varianti, quindi troverete presto altre ricettine interessanti!

La ricetta che io ho utilizzato e’ quella che abbiamo fatto a scuola e ve la riporto di seguito dopo aver strappato un’ok a pubblicarla allo Chef:

40 gr succo di limone filtrato

168 gr di burro

135 gr di zucchero

80 gr tuorlo

Per prepararlo procedete come per una crema inglese:

mettere sul fuoco il succo di limone con una parte dello zucchero e il burro, in un’altra ciotola sbattete i tuorli prima da soli e poi con lo zucchero. Versate il succo di limone con il burro sulle uova e mescolate bene subito poi rimettete tutto sul fuoco.

Togliete dal fuoco quando il curd avra’ raggiunto la temperatura di 85 gradi.

Come in una crema inglese, in questa ricetta non c’e’ farina e il curd si addensa sul fuoco, ma dovete fare attenzione a non farlo coagulare con una temperatura eccessiva.

Con questa dose potrete farcire biscotti, crostate e crostatine. Io ne ho presa una parte e l’ho unita a circa 150 ml di panna montata.

La proporzione che ho provato e’ all’incirca 2/3 di panna e 1/3 di lemon curd.

Ho preparato una pasta frolla con questi ingredienti:

burro 300 gr

zucchero a velo 100 gr

tuorlo 60 gr

farina 00 300 gr

1 pizzico di sale

la scorza di 1/2 limone

pochissima farina per stenderla

burro zucchero e limone

tuorli

farina

sale

Preparate la pasta frolla lavorandola il meno possibile e poi fatela riposare nel frigorifero per 3 ore.

Quando la lavorate poi utilizzate meno farina possibile per stendere la pasta cosi’ che non si alteri la ricetta iniziale.

Cuocete la frolla nello stampo vuota e una volta raffreddatela guarnitela con il curd mescolato alla panna montata. E’ Buonissima, si sente un gusto di limone speciale, ve la consiglio proprio!

Apple “mini” Pie

Con una giornata cosi’… chi non si prenderebbe un bel tè , fatto bene

accompagnato da un tortino alle mele?

magari leggermente tiepido?

Se volete provare a fare questa ricetta vi assicuro che e’ 100% a prova di “non ho mai messo piede in cucina” e che non potete sbagliare!

E’ una ricetta sicuramente da “colazione” o da “tè delle 5”, ma nel mio caso posso dirvi che questo dolce ha sempre riscontrato un successone anche a fine pasto.
Sembra paradossale, ma per esempio,  aiuta a “smorzare” i gusti decisi di una bella cena Thai e a ridare freschezza al palato.

Fatele cosi:

mettete in un ciotolone:

170 gr di zucchero

170 gr di farina

100 gr di burro sciolto

2 uova

mezza bustina di lievito

amalgamate tutto, poi aggiungete 3 mele tagliate a pezzettini

e la scorza di un limone non trattato!

mescolate ancora

imburrate una teglia e versatevi il composto ottenuto

Infornate per mezz’ora a 200 gradi!

che dite ce la potete fare?? 🙂

With a day like this … is there anybody that would not like to have a nice and warm tea ?

Maybe togheter with an apple pie?

Maybe with a gently warm apple pie?

If you want to try to make  this recipe,  I assure youthat is  ‘100%-proof “I have never set foot in the kitchen” and you can not go wrong!

It ‘definitely a recipe from “breakfast” or “5 o’clock tea”, but in my case I can tell you that this cake has always found a hit even after a meal.
It seems paradoxical, but for example, helps to “dampen” the taste of a nice Thai dinner and restore freshness to the palate.

Do it this way:take a bowl and add:

170 grams of sugar

170 grams of flour

100 grams of melted butter

2 eggs

half a packet of yeast

mix everything, then add 3 apples cut into small pieces

add the zest of a lemon !

stir everything

Grease a baking dish or some muffin stamps and pour the mixture

Bake at 200 degrees for half an hour!

you say you can succeed? 🙂

Sunday Breakfast_Scones ai Mirtilli

Se domani mattina volete svegliare qualcuno di speciale con una colazione fragrante e profumata , vi consiglio di preparare questi Scones.

Ci vorra’ pochissimo tempo e avrete la casa invasa di un profumino degno di Nonna Papera e delle sue crostate alle cigliegie.

Ora vi spiego un po’ di che si tratta!

Il nome “scones” forse e’ un tantinello ostico, ma non fermatevi di fronte a questo piccolo dettaglio perche’ questi dolci sono buonissimi!

io li ho fatti con i mirtilli e sono venuti cosi:

Sono dei biscottoni teneri , non troppo dolci e non troppo grassi ( niente a che vedere con il solito cornetto)

profumano meravigliosamente e per la colazione sono ottimi!

preparate questi ingredienti

60 gr di burro che dovete lasciare ammorbidire dopo averlo fatto a tocchetti

280 gr di farina 00

50 gr zucchero

160 ml di panna liquida fresca

mezza bustina di lievito

sale

1 cestino di mirtilli

tenete bene a mente questi consigli e verranno super buoni

1- setacciate bene la farina ( cosi’ verranno piu’ soffici)

2-lavorate l’impasto solo lo stretto necessario per evitare che si induriscano

3-non usate troppa farina per stendere l’impasto

4- posizionate gli scones sulla teglia abbastanza vicini uno all’altro, lieviteranno meglio!

iniziate accendendo il forno a 220 gradi

poi mescolate zucchero, farina e lievito in una grande ciotola

ora aggiungete il burro , che deve essere bello morbido e lavorate l’impasto con le mani

poi aggiungete la panna liquida

otterrete un impasto bello appicicoso…

adesso create un solco al centro dell’impasto lavorandolo con le mani e metteteci i mirtilli

lavorate ancora l’impasto in modo che i mirtilli si distribuiscano bene

stendete della farina su un piano e con il mattarello stendete la pasta in modo che sia alta circa 5cm

con un tagliapasta, o con un coltello create dei tondi o dei triangoli e traferiteli su un ateglia foderata con della carta forno.

A questo punto spennellate la superfice degli scones con un po’ di panna liquida per renderli lucidi e poi spolverizzate dello zucchero di canna.

Infornate per circa 15 minuti!

Come per quasi tutti i dolci di questi tipo vi consiglio di aspettare che si raffreddino prima di mangiarli. Attendete fino a che non saranno solo leggermente tiepidi!

Se siete seriamente intenzionati a fare un assaggio da “professionisti” potete anche servirli spaccati in due con della marmellata e della panna montata. Questa versione, con la farcitura e’ piu’ che altro un suggerimento proposto dagli inglesi.Forse un po’ troppo considerando poi che loro gli Scones li mangiano per accompagnare il te’ delle 5…

Comunque

provate questi ai mirtilli e poi vi consiglio anche la versione con scaglie di cioccolata e noci tostate… magari questi li faccio la prossima volta!

If you want to wake someone special up tomorrow morning, with a special tasty and fragrant breakfast, I suggest you prepare these scones.

It’s gonna take no time and you will  have your house invaded with a smell so good even Nonna Papera will be proud!
Let me explain what is it about !

The name “scones” maybe it ‘just a bit confusing and “wierd”, but do not stop in front of that little detail because these are delicious!

I have them made with blueberries and they came  out this way:

soft, not too sweet and not too fat (nothing to do with the usual croissant)

wonderfully fragrant and are good for breakfast or tea time!

Prepare these ingredients

60 g of butter made into small chunks

280 g flour

50 g sugar

160 ml of fresh cream

half a packet of yeast

salt

1 basket of blueberries

Keep these tips in mind and you’ll do super good

1 – sift the flour (so the result will be soft)

2- work the dough only a little bit in order to avoid it from becoming too hard

3- do not use too much flour to roll out the dough

4 – place the scones on the baking sheet fairly close together they will raise more!

started turning on the oven to 220 degrees

then mix sugar, flour and yeast in a large bowl

now add the butter, which should be nice and soft, knead the dough with your hands

then add the cream

you’ll get a sticky dough …

Now create a hole at the center of the dough with your hands working it and put the blueberries in it

work again the dough so that the blueberries will be distributed correctly

Spread the flour on a plane and with a rolling pin, roll out the dough so that it is about 5cm high

with a pastry cutter or a knife  create rounds or triangles and then put those on a pan.

Now brush the surface of the scones with a little of cream to make them shiny and then sprinkle the sugar cane.

Bake for about 15 minutes!

As with almost all the sweets of this kind I recommend you to wait for those to cool down before eating. Wait until they are only slightly warm!

You can also serve the scones split in two with jam and whipped cream. This version, with the filling is  a suggestion proposed by the English. Maybe, a bit too much for me, i prefer them plain! Consider the scones for your breakfast or your tea time and enjoy them!