Barattolone meringato con sorpresa

Avete presente Scandal? Quella serie fichissima prodotta da ABC che trasmettono su fox life?

scandal-abc

Beh sentite qui.

 

Qualche giorno fa, mentre ero a Los Angeles, ho preparato un trifle con la merigna da portare a casa di amici ammericani della mia famiglia ammericana.

barattolone

Ho preparato al volo 4 strati di golosa crema, meringa panna e frutti di bosco freschi grossi come palline da ping pong.

Uno di quei dolci che solitamente incontra i gusti di tutti, fresco ma super goloso da un cucchiaio tira l’altro.

Quello che mai avrei immaginato pero’ e’ che ada assaggiare questo dolce sarebbe stato anche lui Charlie “faccia da matto” nientepopodimenoche: il serial killer spietato e goloso ( anche nella serie lo vediamo sempre intento a mangiarsi qualche dolce/zozzata ammericana) direttamente da Scandal AKA la mia serie preferita in assoluto!

george

Io ADORO questo SHOW!!! Lo vedo dalla prima puntata, adoro la storia, i personaggi, gli incastri. Adoro i dialoghi serratissimi e il fatto che a volte e‘ tutto cosi’ intricate e complicato che mi devo vedere lo stesso episodio due volte di seguito per capirci qualcosa. Quello che odio nella maniera pu’ assoluta pero’ e’ il bivacco temporale infinito a cui sono sottoposta tra una stagione e l’altra. Mesi e mesi di stop in attesa che girino la serie successive e in attesa che qui in Italia di decidano a tradurla e a mandarla in onda. Mesi e mesi di agonia sapendo che in America e’ gia’ in onda, passati a evitare spoiler provenienti da twitter , instagram etc etc.

Certo basterebbe scaricare le puntate in versione originale.

Basterebbe.

Se solo fossi capace…

Sono due anni quindi che ogni volta che ho la possibilita’ di andare a Los Angeles devo assolutamente trovare il modo di guardarmi le nuove puntate che stanno mandando in onda per colmare queste attese infinite. Netflix e Hulu sono utili strumenti di recupero e se ti vedi3 o 4 puntate a notte c’e’ la possibilita’ che in una settimana riesca anche a recuperare tutta la stagione.

Ma quest’anno no, quest’anno non c’e’ stato verso di recuperare un bel niente. Episodi disponibili dal quinto in poi e basta….. amarezza e rassegnazione ed e’ finita li’.

Tutto questo preambolo per raccontare che inaspettatamente a casa di questi gentilissimi amici ad un certo punto si presenta lui a riaccompagnare a casa loro figlio, amico del figlio di lui e blab la bla.

Della serie che tu stai tranquillamente e chiaccherando e ti dicono: “non potete andare via adesso, dai che passa George cosi’ lo salutate. Lo conosci Scandal?”

Io “ Scandalllll????? OF COURSE! I LOVE IT!!!”

640px-The_Scream

A quell punto “ faccia da matta Veronica” ha messo su lo sguardo della serie:” finalmente dopo anni che vengo qui becco qualcuno di famoso”

Pero’ capiamoci. Non sono una di quelle groupie psicopatiche a caccia di autografi etc etc. Cosi’ giusto per spirito di partecipazione ho solo semplicemente pensato. “ti pare che in tutti questi anni non ho mai beccato qualcuno di famoso ( a parte la volta che ho incontrato il dottor Romano di ER al parcheggio del Target e quella volt ache ho beccato Hurley a fare colazione) e invece Vale mi chiama e mi dice che ha parcheggiato vicino a Sean Penn, portato I ragazzi dal pediatra con Michelle Pfifer, fatto la spesa con vattelappesca…

Tutto questo per dire che io questa foto proprio non la volevo fare.

E si vede

E’ la foto piu; brutta della storia delle foto (dopo quella del passaporto)

E’ orrida.

Ma ve la mostro ugualmente.

IMG_0584 ge

cea9a9b58b6a04300b14775521be4e5a

E a lui, beh, il dolce e’ piaciuto parecchio.

Peccato che sono dovuta ripartire il giorno dopo. Gia’ mi vedevo sul set di Scandal a occuparmi del catering e a friggere bombe alla crema..

Pero’ ha anche cercato di rendersi utile e darmi indicazioni su come hackerare netflix perche’ io potessi vedermi gli episodi dall”Italia

Forte, simpatico, e visto dal vivo direi anche…

… PER NULLA PSICOPATICO.

MA LA VERA NOTIZIA E’ CHE SCANDAL RINCOMINCIA

YES

DAL 30 GENNAIO!

CAN’T WAIT! O COME DIREBBE STELLA ;” NON HO L’ORA DI RIVEDERLO!!!”

Ora pero’ come faccio a farlo sapere a George?

8155ce71eafc7842bd31d143c56fc4f0

Ricetta per un barattolone di dolce multistrato per 20 persone

 

Per le meringhe

224 g zucchero semolato

224 g zucchero a velo

224 g di albumi

 

per la crema

500 g latte intero

4 tuorli

40 g di farina

1 stecca di vaniglia

90 g di zucchero semolato

1 lt di panna da montare

 

frutti di bosco

 

Procedimento

Per la meringa:

separare i tuorli dagli albumi e iniziare a montare gli albumi. Aggiungere a poco a poco lo zucchero semolato fino a quando il composto non sara’ compleatamente montato. Aggiungere mescolando con cautela anche lo zucchero a velo.

A questo punto formare le meringhe su delle teglie piatte ricoperte con la cartada forno.

Realizzare 4 dischi della stessa misura e poi delle meringhe piu’ piccole.

Cuocere in forno a 90/100 gradi per 2 ore e poi spegnere il forno e lasciare le meringhe all’interno fino al giorno dopo. SENZA APRIRE MAI IL FORNO.

 

Per la crema:

prelevare i semini della vaniglia con un coltello e metterli da parte. Mettere in infusione in frigorifero, la stecca di vaniglia nel latte e coprire con la carta pellicola.fare questa operazione possibilmente la sera prima.

 

Mescolare bene i tuorli con la meta’ dello zucchero e aggiungere i semini della vaniglia.

Mescolare bene anche la farina

 

Mettere a bollire il latte con la meta’ dello zucchero e quando bolle versarne una parte sulla crema dopo aver rimosso la stecca della vaniglia.

Mescolare bene e rimettere tutto a bollire sul fuoco per circa 5 minuti. Far raffreddare la crema velocemente steendendola all’interno di una pirofila bassa e coprirla con la pellicola a contatto.

Montare la panna e una volt ache la crema si sara’ raffreddata amalgamare meta’ della panna alla crema.

Comporre il dolce parttendo dal disco di meringa, aggiungendo poi la crema, i frutti di bosco e la panna. Guarnire con le meringhe piccole e conservare in friglo.

Le meringhe tendono ad ammorbidirsi a contatto con la crema, quindi componete il dolce poco prima di mangiarlo.

Buon assaggio e FELICE 2015 a tutti, io intanto vado un attimo a mettermi a dieta!

1bf6dd726726652772a138af96bc60ca

Annunci

I precursori del food blogging siamo noi!

Galleria

Questa galleria contiene 2 immagini.

Ci sono delle volte in cui mi imbatto alla ricerca del documento o dell’immagine scomparsa nei meandri delle cartelle del mio computer, cartelle che come scatole cinesi si sovrappongono e autocontengono facendo cosi’ in modo che io puntualmente trovi qualcosa … Continua a leggere

Welcome the season with a Cookie Swap

E’ ormai chiaro  a tutti che anche questo Natale e’ vicino.

Gia da una settimana e piu’ si respira aria Natalizia e come in America, anche qui da noi il giorno successivo al Ringraziamento ( ora piu’ ora meno) e’diventato il primo giorno utile per dare avvio alla celebrazione del Natale e alla realizzazione degli addobbi.

EVVAIIII ! ! !

Quest’anno gia’ da fine Novembre sono iniziate a spuntare in giro lucine varie e gia’ da un po’ c’e’ nell’aria qualche canzoncina tipico… Tutto cio’ e’ il “Paradiso” per gli amanti del Consumismo/Misticismo Natalizio e ovviamente e’ invece causa di totale disperazione per tutti i vari Grinch che speravano di poter resistere ancora un paio di settimane prima di esssere attaccati da tanta melassa stucchevole.

A me ovviamente non pare vero di poter respirare gia’ l’aria di festa e non ho trovato modo migliore di dare il via alle MIA HOLIDAY SEASON che con un bel XMAS Cookie SWAP in pieno ( pienino) stile U.S.A.

Ieri pomeriggio infatti io e altre 8 fiduciose “pasticcere” per un giorno ( almeno) ci siamo scambiate i primi auguri, e soprattutto degli ottimi biscotti!
Grazie quindi a tutte le ragazze per l’impegno e la partecipazione! Io ho apprezzato tantissimo e sono sicura che anche la padrona di casa, che moriva dalla voglia di vivere un pre-festeggiamento in piena regola, e’ rimasta piu’ che soddisfatta!

La ricetta base per un ottimo XMAS cookie swap e’ questa:

-ragazze disposte a trasformarsi in abili cookie maker : Q.B.

biscotti: piu’ ce ne e’ meglio e’!

the’: clado, e molto ENGLISH e’ meglio

una casa in cui si respiri gia’ l’aria di natale: FONDAMENTALE!

+

armamentario vario per impacchettare biscotti avanzati da riportare a casa e regalare “a chi vuoi tu”

+chiacchere e gossip: Q.B.

La mia giornata quindi e’ iniziata cosi, con la preparazione dei miei 24 biscotti e visto che, squadra che vince non si cambia, eccoci di nuovo all’opera

io e la mia collaboratrice di fiducia!

e va bene che “ogni scarrafone…” ma lei

sembra nata proprio  per questo…

Per l’occasione abbiamo preparato dei Sandwich cookies con Nutella, aromatizzati all’arancia guarniti con un coulis di lamponi

Ho deciso di metterci anche i lamponi proprio all’ultimo, ma li avevo trovati freschi e avevano un profumo troppo buono…

Secondo me, alla fine il tocco rosso dei lamponi era proprio perfetto sia per gusto che per colore ed era quello che mancava!

Ecco la ricetta per una cinquantina di biscotti:

750 gr di farina 00

300 gr di burro ( fatto ammorbidire)

450 gr di zucchero

1 bustina di lievito

la scorza di due arance

3 uova

1 vasetto di yoghurt Muller al limone

Nutella ( per farcirli)

una vaschetta di lamponi, 40 gr di zucchero e il succo di 1/3 di un limone per il coulis.

Unite in una terrina la farina, lo zucchero , il lievito e mescolate bene gli ingredienti

aggiungete il burro a pezzetti, le uova e lo yoghurt

grattate sull’impasto la scorza di due arance non trattate

(Io ho usato quelle che mi ha portato Raffo direttamente dall’albero di casa!)

amalgamate tutti gli ingredienti lavorando la pasta giusto il tempo necessario. Dovere fare in modo che il burro si sciolga bene nell’impasto, ma non dovete lavorarla troppo.

Io inizio a lavorarla con le mani direttamente nella ciotola, poi quando l’impasto e’ abbastanza almagamato continuo a lavorarla sul piano di lavoro agiungendo, se necessario un po’ di farina.

A questo punto formate una bella palla , avvolgete l’impasto nella carta pellicola e lasciate riposare in frigo almeno un paio d’ore

Per stendere la pasta utilizzate sempre la farina per coprire il piano di lavoro. Potete aiutarvi con dei tagliapasta specifici per biscotti o con dei classici tagliapasta tondi

Informate i biscotti su una placca da forno a 180 gradi per circa 10 minuti

Preparate il coulis con i lamponi mettendo i lamponi lavati e asciugati in un pentolino con 40 gr di zucchero e il succo di limone

quando lo zucchero sara’ ben sciolto spegnete il fuoco e passate il coulis attraverso un colino.

fate raffreddare

Quando anche i biscotti si saranno raffreddati farciteli con la nutella.

Disponeteli su un vassoio e con un cucchiaino spargete il coulis ai lamponi.

Spolverizzate con lo zucchero a velo prima di servire!

Assolto il mio compito principale, gi’ che c’ero ho fatto anche un paio di varianti…

gli ORANGE BREAD MAN COOKIES per esempio…

Anche i biscotti delle ragazze erano ottimi e alla fine, come per ogni cookie swap che si rispetti c’e’ stato lo SWAP delle Ricette! Io ho “vinto ” quella di Evelyn e dei suoi RUSSIAN TEA CAKE che vi proporro’ a breve!

Lamponi “mon amour”

Io AMO i LAMPONI,ogni estate, in montagna vado i cerca di questi frutti abbastanza difficili da scovare ( se non consideriamo quelli che rubo dalla pianta della vicina di casa) e

deliziosi per procacciare materia prima per dolci squisiti.

Quest’anno la caccia e’ stata pittosto povera e quindi non ho potuto fare proprio nulla di buono, ma visto che Roma e’ una città dalle mille risorse, ho comunque “rimediato” degli ottimi esemplari di materia prima!

Queste crostatine sono veramente deliziose, il dolce della crema alle mandorle e il contrasto con l’aspro dei lamponi si sposano perfetamente in un mix gustossimo e come per le ciliegie, alla fine finisce che una tira l’altra e non ci si ferma piu’.

La preparazione e’ un po’ piu’ complessa delle cose che ho proposto fino ad ora, ma non e’ niente di insuperabile e il risultato e’ anche molto sorprendete dal punto di vista del look

Iniziate preparando la base.

La pasta delle crostatine, in questo caso non e’ la pasta frolla, ma la pastà sablèe.

Questo preparato infatti risulta meno dolce e ha un guosto piu’ neutro in modo tale che vengano esaltati ancora di piu’ i sapori dei lamponi e delle creme. La pasta sablèe e’ molto friabile e affinche’ il risultato sia perfetto, va fatta riposare in frigorifero almeno mezz’ora

Per prepararla fate cosi’:

mescolate il burro (100 gr) e la farina (200 gr) a mano, poi fate una fontana al centro e aggiungete 20 gr di acqua, 20 gr di zucchero, un uovo e un pizzico di sale.

Impastate tutto incorporando bene gli ingredienti poi create una palla, avvolgetela con la  pellicola trasparente e fate riposare.

Mentre fate riposare la pasta sableèe nel frigorifero preparate la crema alle mandorle in questo modo:

Prendete 80 gr. di burro che avete precedentemente lasciato ammorbidire fuori dal frigorifero, poi lavoratelo ” a pomata”

Questo tipo di lavorazione serve per rendere il burro della consistenza, appunto di una pomata e si ottiene lavorando il burro in una ciotola con un cucchiaio di legno.

A questo punto aggiungete la farina di mandorle ( 85gr ) e lo zucchero a velo (85 gr). Mescolate bene e infine aggiungete l’uovo ( uno intero)

Come ultimissima cosa aggiungete anche 1 cucchiaio da te di maizena e 1 di rhum.

Dopo almeno mezz’ora di frigorifero, sia per la pasta sablèe che per la crema, iniziate  astendere la pasa con il mattarello e foderate degli stampini per le crostatine dopo averli imburrati.

Stendete la crema alle mandorle sulle crostatine  e infornate per 10/12 minuti a 220 gradi.

Una volta sfornate le crostatine , aspettate che si raffreddino per bene e poi guarnitele con i lamponi ( lavati e asciugati completamente) e alternateli sulla crostatine con la crema al mascarpone.

La crema al mascarpone la potete preparre sbattendo il rosso di un uovo con un cucchiaio di zucchero e poi aggiungendo 80 gr di mascarpone.

Utilizzate un saccapoche da pasticcere per mettere la crema sulla crostatine alternandola alla frutta.

Ho provato questa combinazione piu’ volte e il risultato e’ sempre ottimo.

La prima volta ci abbiamo lavorato in 2 , ma la ricetta e’ alla fine molto semplice. I passaggi sono parecchi perche’ ci sono 3 lavorazioni da fare, ma il gusto decisivo dei questi dolcetti nasce propro dalla combinazione di tutti gli elementi, quindi non scoraggiatevi e su, su…lavorare!!!

Ovviamente il look e’ garantito dai bellissimi scatti di Fra!