Vado a vivere a EATALY

E’ vero, sono passati piu’ di 10 gg dalla sua apertura e ormai ne hanno parlato proprio tutti. Ne hanno parlato cosi’ tanto che anche chi potenzialmente sarebbe potuto essere poco interessato alla cosa alla fine si e’ informato sulla situazione.

Ma io c’ero, nel senso che 10 giorni io ero li in seconda fila (perche’ alla prima non ci sono arrivata) a sbirciare subito subito per capire se questo EATALY di cui tutti parlavano era veramente una cosa pazzesca come si diceva. Ebbene a me Eataly e’ piaciuto proprio!

Si nel senso che io dentro Eataly ci potrei anche vivere.

Mi metterei la stanza da letto tra la gelateria e la pasticceria, vicino ai Crescioni, poi fare il soggiorno dalle parti della zona frutta e verdura. Una bella camera da pranzo tra le carni e il pesce, una sala lettura vicino alla pizzeria e via cosi!

Certo che su Eataly se ne sono lette tante, funzionera’ o no questo e’ proprio presto per dirlo. Io personalmente non credo che i romani saranno in grado si sostentare una macchina cosi’ imponente, non ce li vedo a fare la loro regolare spesa da quelle parti e quindi penso che il ” Macellaro” che si trova nella stradina proprio dietro al Terminal Ostiense non sia temendo troppo la concorrenza. Credo che sara’ un interessante punto di ritrovo per turisti e appassionati e spero che rimanga aperto a lungo. Credo che funzionera’ molto bene sotto le festivita’ natalizie e che la folla dei primi giorni probabilemente si esaurira’ presto, o forse si e’ gia’ esaurita ( io come solo pochi sanno fare ho un tempismo terribile visto che volevo scrivere questo post subito dopo esserci stata e invece ho fatto passare ben 10 giorni). Ci sara’ e  c’e’ gia’ stato chi ha decretato che e’ tutto fumo e niente arrosto e chi invece pensa che ogni cosa sia fenomenale ” solo perche’ e’ venduta a Eataly (e dopotutto e’ proprio questo il messaggio di marketing su cui questa immensa macchina da 17000 mq sta puntando)

Io in genere odio le prese di posizione, quelle cose dette generalizzando tanto per aggiungere il proprio commento a tutti i costi, odio quando si vogliono trovare i difetti sempre e comunque e vorrei tornarci e ritonrarci per capire meglio. La prima visita e’ stata alquanto frenetica , millle milioni di persone gia’ nel parcheggio, un caldo atroce che ti impedisce anche di pensare, una dueenne e mezzo attaccata al collo insieme alla Canon, interessata ad accaparrarci il suo giornalino di Spiderman da colorare piu’ che ad altro.

Dei prodotti in vendita non ci ho capito molto, ho fatto qualche foto qua e la cercando di identificare le varei situazioni presenti. Ho notato la bellissima vetrina dei dolci e sbirciato i pasticceri all’opera dietro il vetro, fatto un giro tra le birre, curiosato nel reparto ortofrutta che e’ molto curato, osservato cosa finiva nei cestini degli altri curiosi presenti ( molto poco direi) e assaggiato una pizza del giorno a base di bufala cicoria e salciccia che non era per niente male ma che era accompagnata da un serivizio totalmente in tilt e una comunicazione del tipo ” un informatico si rechi subito alla cassa del reparto pizzeria” ( che 1- sapeva molto di ” c’e’ un dottore a bordo?” e 2- mi ricordava troppo gli impicci tecnici quotidiani dell’ufficio.

Se Eataly racchiudera’ o no l’eccellenza Italiana della ristorazione e dell’alimentazione per me e’ presto per dirlo pero’ io mi sentivo un po’ come a Disneyland e la Signora Anna Dente nel suo spazio dedicato ai ristoranti romani secondo me aveva in serbo qualche sorpresa interessante… magari la prossima volta ci faro’ una capatina!

Peccato che siamo in Italia e quindi che ve lo dico a fare, il parcheggio e’ ridicolo, la viabilita’ e pessima, l’organizzazione mi sembrava gia’ parecchio affossata… e qui forse sto generalizzando io adesso, ma forse di americano ci sarebbe servito un po’ piu’ di management e un po’ piu’ di organizzazione visto che quella a Disneyland e’ impeccabile!

Mentre ero li ho scattato un po’ di foto ( sempre con la duenne e mezzo incollata addosso) Questo e’ quello che ho visto io. Prometto un articolo un po’ piu’ di contenuto sui ” contenuti” di Eataly, magari accompagnato da qualche assaggio, a breve!

5 thoughts on “Vado a vivere a EATALY

  1. ci stavo giusto pensando in questi giorni: chissà cosa ne pensa Veronica di Eataly!?
    quando sfolla per benino andremo a curiosare pure io e Cesco.

  2. Io pure mi unisco al coro…non vedo l’ora di andarci! Le foto dei dolci mi fanno svenire….SUOCERA quando vieni a ROma ti ci portiamo!

  3. Bello Veronica. Devo ancora andarci, presto lo farò e mi creerò un’idea personale. Ma devo dire che per il momento sono giunta alle tue stesse conclusioni…il Macellaro non dovrà temere troppo e personalmente spero che sia così. Il romano doc va ancora e fortunatamente per mercati rionali, molti invece nei supermercati sotto casa che fanno offerte speciali….quindi….
    Però quando ci andrò lascerò la mia appendice a casa.
    Un abbraccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...